Tecnica

Come scegliere una rete da tennis

By 27 aprile 2017 No Comments

Cosa dobbiamo sapere per poter giudicare la qualità di una rete da tennis ?

In primo analizziamo la rete stessa, quello che tecnicamente si chiama body net.


Questa può essere annodata o senza nodo e la differenza in questo caso non è solo estetica ma di resistenza.
Il filo della rete annodata essendo composto da un maggior numero di monofilamenti garantisce una miglior durata nel tempo della rete stessa.
Indispensabili, a mio giudizio,  le maglie doppie sotto la fascia superiore, essendo questo uno dei punti più sollecitato della rete stessa soprattutto con forti e veloci palle di servizio.
Le doppie maglie ci consentono anche di capire facilmente se una rete è fatta a mano (miglior qualità) o a telaio: se nel punto in cui la maglia da singola diventa doppia non ci sono cuciture fatte a macchina e  il doppio filo esce direttamente dal nodo allora la rete che stiamo osservando è fatta a mano.

Passiamo all’ analisi della fascia bianca superiore; l’ ideale è che questa sia in poliestere (stesso materiale delle cinture di sicurezza delle automobili) possibilmente con lavorazione spigata perché la fascia, in questo caso, è più “pesante” rispetto a quella con lavorazione liscia; nella fascia non spigata solitamente è possibile vedere, in trasparenza, la rete stessa.

Altro punto delicatissimo della rete da tennis è la Cucitura della fascia.
L’ideale è avere almeno una cucitura doppia meglio ancora se le cuciture fossero quadruple.

Infine il cavo d’acciaio.  Ottimo quello ricoperto di plastica perché riduce al minimo l’usura della fascia superiore; è molto utile, se presente,  il doppio occhiello terminale.